Gli spostamenti necessari per potere viaggiare per turismo verso i Paesi che hanno l’ok e sono inseriti nell’elenco C sono consentiti anche nelle regioni o zone a oggi soggette a restrizioni. E quindi sarà possibile per tutti raggiungere gli aeroporti o i porti dove è fissata la partenza.

È arrivata una risposta positiva all’interpello di Astoi sull’argomento, emerso anche nel corso della scorsa edizione di TTG Newsroom, da parte del Ministero dell’Interno. Un vuoto normativo che lasciava in sospeso la possibilità di riprendere la macchina dei viaggi.

l’intervista completa al seguente link :